Sabato 23 marzo alle ore 10.30
Presso la scuola steineriana M. Garagnani

Concerto – gemellaggio
della classe VII della nostra scuola
con le classi musicali della scuola media di Borgonuovo

Musiche di Monteverdi, Arbeau, ed una scelta di brani corali rinascimentali ed etnici, per il gemellaggio tra la nostra settima e gli allievi di strumento dell’Istituto comprensivo di Borgonuovo.

Come nasce l’iniziativa

La settima classe di ogni scuola steineriana vive, come da piano di studi, alcune esperienze di notevole impatto, anche emotivo: tra le più importanti: ricordiamo l’uscita di astronomia, nella quale si sperimenta la visione notturna della volta celeste – con relative osservazioni e misurazioni –  e la visita alla città di Firenze, in modo che i ragazzi tocchino con mano e possano gustare appieno le bellezze artistiche ed architettoniche proprie del periodo rinascimentale.

Due anni fa colleghi musicisti di diverse scuole steineriane, in occasione di alcune giornate di studio, hanno proposto di arricchire e quindi di affiancare a questa esperienza artistica, anche una squisitamente musicale. Nacque così il progetto corale ed orchestrale che fu poi denominato “Già cantai allegramente”, progetto al quale, quest’anno, aderisce anche la nostra settima. Ricordo inoltre che, in coincidenza con il Waldorf 100, questo progetto rientra a pieno titolo nelle iniziative organizzate in Italia  per festeggiare questo importante anniversario.

Come nelle precedenti edizioni un sentito ringraziamento va principalmente al musicista e direttore d’orchestra Damiano Giuranna, che ha  saputo scegliere ed arrangiare i vari brani calibrandoli per le esigenze di un’orchestra “giovanile” così particolare. Giuranna, nato da famiglia di artisti, che per alcuni anni ha insegnato musica presso una delle scuole Waldorf della capitale, è famoso per aver dato vita, nel 2001 alla World Youth Orchestra e successivamente la World Youth Chamber Orchestra, composte da giovani talenti provenienti da 60 paesi.

Sulla scorta di tutto ciò, di questo progetto fiorentino impegnativo ed al tempo stesso entusiasmante, ho pensato che forse era giunto il momento di attivare, in prospettiva centrifuga, una collaborazione con una scuola di musica, (in questo caso statale), stabile ed avviata, che si trovasse non molto lontano dalla nostra scuola. Sono diversi anni, tra l’altro, che conosco alcune musiciste che insegnano strumento a Borgonuovo, e in occasione di un incontro informale, risalente alla scorsa estate, abbiamo posto le basi per quest’idea di collaborazione, di gemellaggio, tra queste due entità scolastiche, accomunate dalla musica.  Dopo questo contatto, informata la maestra Beatrice, il progetto assunse la veste ufficiale che conosciamo

Come si realizza

Questa è la lunga, ma forse necessaria premessa, che ci condurrà al concerto del 23 marzo prossimo. In tale data, infatti, la nostra scuola aprirà le porte ad una ventina di allievi  delle classi di strumento, e relativi insegnanti (pianoforte, violoncello, chitarra e flauto traverso) dell’ Istituto Comprensivo di Borgonuovo di Sasso Marconi. I ragazzi della nostra settima classe, che hanno avuto già occasione di conoscerli il 20 febbraio scorso – in occasione della prima prova d’orchestra  – ricambieranno la visita il 13 marzo prossimo, con una seconda prova che si terrà negli spazi dell’Istituto di Borgonuovo.

L’appuntamento del 23 marzo che si svolgerà nella Sala Polivalente della nostra scuola, comprenderà l’ultima prova (9.00-10.00) a cui seguirà alle ore 10.30 il concerto conclusivo.

Che cosa suoneremo

Per quanto riguarda la compagine strumentale c’è da dire che noi contribuiremo con flauti dolci, una tromba, un pianoforte, tre flauti traversi ed una chitarra. I ragazzi di Borgonuovo, tutti studenti di strumento, parteciperanno  con un pianoforte, violoncelli, chitarre e flauti traversi. Riguardo al programma comune sono stati scelti due brani strumentali. Il primo è il celebre Si dolce è il tormento, di Claudio Monteverdi – che prevede anche una parte cantata –  il secondo è il Bransle des chevaux , una  danza di fine 500 scritta da Thoinot Arbeau. Oltre a questo repertorio strumentale la nostra settima proporrà l’esecuzione di alcuni brani corali tratti dal repertorio rinascimentale ed etnico. Anche da parte della scuola di Borgonuovo ci sarà l’esecuzione di alcuni brani ancora in preparazione.

Tutti  ovviamente siete invitati a questo concerto, non solo i genitori della settima, che ringrazio sentitamente per la fiducia e la generosa collaborazione. Il pubblico sarà ovviamente composto anche da genitori ed amici dei ragazzi di Borgonuovo.

Questa è una di quelle esperienze, che l’arte musicale è in grado di concretizzare. Tuttavia ricordiamoci che ciò accade solo perché noi lo desideriamo, veramente e con tutte le nostre forze. Il desiderio e l’azione sono il vero cuore pulsante della musica, da sempre.

M° Enzo Vacante

Bologna marzo 2019.

Leggi anche