Prima di spiegarvi come partecipare al Progetto Solidale Basilico, vorrei raccontarvi la storia di questa idea.
Anni fa partecipai a un corso organizzato dal comune di Sant’Agata Bolognese su come preparare un orto. Fra i relatori c’era anche una famiglia che gestisce un’azienda agricola.
Alla fine del corso mi recai presso questa azienda per recuperare alcuni materiali che avevano messo a disposizione dei partecipanti e trovai, oltre a professionalità e competenza, un’accoglienza calda e gentile. In questa occasione venni a conoscenza di vari progetti che questi genitori avevano sviluppato a sostegno della scuola pubblica che frequentavano i loro figli.

Uno in particolare mi colpì: ogni anno producevano migliaia di piantine di basilico che donavano alla scuola e, insieme ai bambini, si recavano in piazza a venderle nel giorno di festa del paese.
Fu così che proposi loro di replicare la vendita di piantine anche nella scuola che frequentano i miei figli, riconoscendo loro solo i costi sostenuti.

Questa esperienza ricca di relazioni ed entusiasmo ha evidenziato fortemente in me il legame scuola-famiglia.

Noi genitori siamo di passaggio in questa scuola, ma la scuola rimarrà.

Entreranno nuove famiglie, con le loro peculiarità, ma la manifestazione di cura per la scuola resterà sempre costante: i turni di pulizie, i lavori di manutenzione, le attività di giardinaggio, le ore di amministrazione… e il super impegno dei maestri!

L’intento di fare prosperare la scuola accomuna tutti noi: genitori, maestri e soci. Se siamo in grado di ampliare questo intento permettendo a esso di abbracciare anche il concetto di auto sostegno della scuola possiamo fare grandi cose.

Possiamo allora chiederci: “Cosa può diventare dono, oltre ai soldi e al tempo?”.

In questa fase biografica della nostra scuola un dono che possiamo fare a questo luogo da cui riceviamo beni inestimabili è condividere le nostre conoscenze, attività imprenditoriali e passioni.

Ognuno di noi può piantare un suo seme (un’attività) nella scuola Maria Garagnani, per aiutarla a crescere e per permetterle di fare sbocciare i suoi fiori anche quando noi non ci saremo più.

La tua professionalità, le tue competenze, le tue conoscenze possono essere condivise con la scuola per farla prosperare?

I semi che la scuola Maria Garagnani ha seminato nei nostri figli fioriranno per tutta la loro vita.

Se pensi di avere semi da seminare, ti suggeriamo dei campi in cui farlo…

Marco Brighenti, genitore della Scuola

Leggi anche