Sezione di Pedagogia presso il Goetheanum Dornach

La Sezione di Pedagogia fa parte della Libera Università di Scienza dello Spirito del Goethenum (Dornach) fondato da Rudolf Steiner e rappresenta un punto di riferimento privilegiato per tutte le iniziative pedagogiche basate sull’antroposofia.

Si prefigge come scopo la ricerca pedagogica il supporto alle scuole ai centri di formazione e a tutti gli organismi nazionali ed internazionali del mondo.

Promuove convegni internazionali, seminari, conferenze su temi specifici, pubblicazioni e visite alle scuole.

Gli attuali responsabili della Sezione di Pedagogia sono Claus Peter Roeh (Germania) e Florian Osswald (Svizzera).

https://ps.goetheanum.org/

Forum Internazionale del movimento delle scuole Steiner-Waldorf

Il Forum Internazionale del movimento delle Scuole Steiner-Waldorf nacque negli anni Settanta nella città di Den Haag (Olanda) come istanza di incontro innanzitutto delle scuole europee per lo scambio di pensieri e di esperienze pedagogiche. Pian piano il lavoro assunse sempre di più il carattere di ricerca e poi si collegò con il lavoro importantissimo che si svolge a Dornach presso il Goetheanum Dornach nella Sezione di Pedagogia. Dagli anni 2007-2008 si allargò sempre di più il senso di appartenenza di questa cerchia di lavoro, ed oggi comprende una cinquantina di insegnanti, formatori e rappresentanti delle organizzazioni pedagogiche internazionali Steiner-Waldorf dei cinque continenti.
I membri non sono dei rappresentanti giuridici, ma degli ambasciatori portatori di un impulso pedagogico che anela ad essere UNIVERSALE. Essi vengono cooptati in accordo con gli organismi responsabili per la pedagogia Steiner-Waldorf nei singoli paesi.

Il Forum Internazionale si prefigge lo scopo di fare ricerca e di dibattere questioni pedagogiche che abbiano un significato nazionale o sovranazionale. I membri portano l’esperienza e il colore dei loro movimenti pedagogici agli incontri – che sono in genere due volte l’anno.  Si mira ad una ampia rappresentatività delle esperienze.
In questa cerchia internazionale i colori di ogni cultura dialogano per trovare insieme i denominatori comuni di una pedagogia che vuole mettersi al servizio di un’umanità che necessita sempre di più di sentirsi centro (ciascuno di noi vuole essere riconosciuto) e periferia allo stesso tempo (ciascuno di noi necessita di vedere se stesso negli altri). Si cerca di trovare attraverso un’osservazione fenomenologica quali siano le domande attuali delle nostre società che stanno diventando sempre più complesse e in rapidissimo cambiamento. Da un evidente eurocentrismo, anche storico, si sta ora allargando sempre più la coscienza della dimensione internazionale della nostra pedagogia.

https://www.waldorf-international.org/

Gli Amici dell’Arte dell’Educazione di Rudolf Steiner

L’Associazione Die Freunde der Erziehungskunst Rudolf Steiners, ovvero “Gli Amici dell’Arte dell’Educazione di Rudolf Steiner”, è un’associazione senza scopi di lucro fondata nel 1971 a Stoccarda da alcuni ex-allievi che si muove oggi in un vasto panorama internazionale. Promuove  il collegamento e lo sviluppo di risorse umane e di finanziamenti internazionali verso le iniziative Steiner-Waldorf nei Paesi meno fortunati o dove lo circostanze ambientali lo richiedono.

Die Freunde der Erziehungskunst Rudolf Steiners ha legami stabili ed ufficiali con l’UNESCO sin dal 1994 quando fu invitata a Ginevra alla Conferenza sull’Educazione per presentare l’Educazione Steiner-Waldorf ad un pubblico internazionale.

L’Associazione ha attualmente due sedi: una a Berlino e l’altra a Karlsruhe ed è stata in grado di sostenere a tutt’oggi oltre 830 iniziative in tutto il mondo.

Sostiene programmi di investimento e borse di studio per futuri insegnanti in quei paesi dell’Asia, dell’Africa, dell’America Latina dove i movimenti nazionali sono ancora troppo giovani o economicamente deboli, promuove il dialogo con le istituzioni statali e recluta competenze e risorse economiche che possano essere messe al servizio della pedagogia iniziata da Rudolf Steiner.

Coordina ogni anno più di 1.600 servizi volontari per giovani sopra i 18 anni desiderosi di compiere una significativa esperienza in Germania o all’estero.

Organizza ogni anno il WOW DAY, una raccolta di fondi che parte da progetti e manufatti creati dai bambini delle scuole Steiner-Waldorf per bambini di altre scuole e che mira a finanziare iniziative pioniere che stanno sorgendo nei Paesi in difficoltà.

Gestisce attraverso il suo ufficio di Karksruhe e in collaborazione con il Centro Parzival diretto da Bern Ruf l’unità di Pedagogia d’Emergenza che attraverso un team specifico di medici, pedagoghi, terapeuti, educatori si rivolge a bambini ed adolescenti che hanno conosciuto traumi fisici e psicologici in zone colpite dalla guerra o in aree devastate da calamità naturali. Le unità della Pedagogia d’Emergenza sono intervenute nella striscia di Gaza, a Mossul, in Bangladesh, nello Zimbabwe, in Mozambico, in Kenya, Nepal, in alcune zone colpite dal sisma del Molise del 2016 e in altri luoghi della terra.

www.freunde-waldorf.de

www.parzival-zentrum.de

European Council for Steiner Waldorf Education

Lo ECSWE, ovvero lo European Council for Steiner Waldorf Education, si compone di 25 Associazioni Waldorf nazionali che rappresentano in ambito europeo oltre 757 scuole e 1.290 scuole materne, 174.000 alunni, 121.000 famiglie e oltre 16.000 insegnanti, oltre a più di cento centri di formazione per docenti.

Promuove lo sviluppo della pedagogia Steiner-Waldorf in Europa, impulsa iniziative, convegni e gruppi di lavoro o di ricerca transnazionali.

Sostiene in base all’art. 14 della Carta UE dei diritti fondamentali il diritto all’istruzione, che include il diritto dei genitori di garantire l’istruzione dei loro figli in conformità con le loro convinzioni religiose, filosofiche e pedagogiche.

Incoraggia iniziative che promuovono la libertà di scelta educativa nei sistemi di istruzione nazionali, grazie alla ricerca di regole flessibili che consentano ai diversi approcci di insegnamento e i vari tipi di scuola di coesistere pacificamente.

Lo ECSWE si pone tra i suoi obiettivi anche quello di formulare e concretamente coordinare una politica comune su scala europea, di esercitare un’azione di advocacy per il miglioramento della qualità della formazione, di coltivare il dialogo con altri decision makers e professionisti della formazione per la garanzia della libertà di scelta della scuola.

Offre altresì un supporto ai Paesi membri che rende possibile lo scambio di informazioni, esperienze e best practices.

I membri dello ECSWE si riuniscono tre volte l’anno, in luoghi diversi. Questi incontri sono l’occasione per riferire sugli sviluppi organizzativi, politici e legali relativi all’istruzione in Europa. Ogni tre anni durante l’Assemblea generale annuale viene eletto il Consiglio Direttivo che gestisce e rappresenta lo ECSWE, si riunisce sei volte l’anno e pianifica tutte le attività. Il Consiglio Direttivo è supportato da un amministratore delegato che coordina il lavoro interno, è presente a Bruxelles e lo rappresenta in tutte le istituzioni UE. Attualmente l’amministratore delegato di ECSWE è un ex-allievo, Georg Jürgens.

L’ufficio ECSWE di Bruxelles si trova a pochi passi dal Parlamento Europeo. L’ufficio facilita la comunicazione tra i paesi membri e mantiene i contatti con le istituzioni e i partner europei.

http://ecswe.eu/

International Association for Steiner/Waldorf Early Childhood Education

La IASWECE (International Association for Steiner/Waldorf Early Childhood Education) è un organo che promuove l’impulso culturale e antroposofico dato da Rudolf Steiner.

La prima scuola Waldorf fu fondata in Germania nel 1919. La prima scuola materna Waldorf seguì sette anni dopo. Da allora un profondo interesse per l’antroposofia e l’educazione alla prima infanzia  hanno portato alla fondazione di oltre 2000 scuole materne Waldorf in 80 paesi di tutto il mondo.

IASWECE offre un luogo di incontro per educatori della prima infanzia di molti paesi che si impegnano a sostenere, approfondire e rinnovare l’educazione della prima infanzia Steiner /Waldorf. Il compito comune che viene perseguito è garantire che la pedagogia Waldorf non diventi né un sistema teorico, né una raccolta di metodi esteriori, ma una sorgente di intuizione vivente.

IASWECE offre agli educatori di diverse nazioni e culture che siedono in questo organismo per portare i colori dei loro propri movimenti pedagogici nazionali l’opportunità di incontrarsi, conoscersi e capirsi l’un l’altro ad un livello sempre più profondo. Sviluppare relazioni di fiducia, apertura e riverenza tra i colleghi, con il bambino sempre al centro della nostra visione, è il punto di partenza per educare alla libertà e verso la libertà. 

Per i colleghi che lavorano insieme in questa associazione mondiale, gli  obiettivi sono di favorire la cooperazione tra colleghi di tutto il mondo, attraverso incontri, conferenze, gruppi di lavoro, ecc.  Si cerca di approfondire e rinnovare il lavoro con il bambino piccolo;  intraprendere e sostenere la ricerca collaborativa su questioni attuali riguardanti l’infanzia; sostenere la pedagogia Waldorf nelle varie realtà nascenti di tutto il mondo attraverso conferenze,  corsi di formazione, pubblicazioni.

Leggi anche