Presidente della scuola Waldorf Novalis di Conegliano Veneto e docente dell’istituto.

Nasce nel 1956, vive e si forma a Milano in ambito tecnico scientifico ma coltiva l’arte musicale. Frequenta la Facoltà di Scienze Agrarie all’Università Statale. Fa esperienze prevalentemente in Africa, prima lavorando in Libia come tecnico di cantiere  e poi in Senegal facendo ricerca musicale. Rientrato in Italia nel 1980, si trasferisce nell’entroterra ligure e qui vive dieci anni coltivando la terra e “ricevendo bellissimi doni, una figlia, Luna e l’Antroposofia di Rudolf Steiner» spiega lui stesso. Insegna a Ventimiglia in un istituto professionale dove ha il primo incontro «con una classe di giovani adolescenti desiderosi di avviarsi alla professione, ma posti in una condizione educativa tanto toccante quanto appassionante». Crea poi un’associazione per la pedagogia steineriana dalla quale nacque un asilo Waldorf tuttora esistente.

Si avvicina alla scuola Steiner Waldorf di Oriago di Mira (VE); qui insegna di giorno frequentando di sera il corso di formazione e poi nel 1995 si trasferisce a Conegliano Veneto dove esisteva già una comunità di agricoltori biodinamici e con loro avvia la Libera Associazione pedagogica Steiner-Waldorf  ‘La Cruna’ che ben presto dà vita all’asilo, poi alla scuola primaria e secondaria di primo grado e poi alla scuola superiore con due indirizzi. Intanto collabora con l’associazione nazionale degli insegnanti, opera nel Corso di formazione SW ‘Accademia Carlo Rizzi’ di Oriago di Mira e dal 2004 coordina le attività della formazione SW in Italia. É vicepresidente della Federazione nazionale SW nella quale opera prevalentemente come rappresentante per le attività scolastiche del III settennio e cerca di trovare il tempo «per sostenere la ‘Libertà di educazione’», da lui ritenuta «la battaglia più importante di una guerra invisibile i cui effetti purtroppo sono sotto gli occhi di tutti coloro che vogliono vedere».

Leggi anche