Il divenire dell’essere umano tra scienza e arte

Convegno internazionale
a 100 anni dalla fondazione della prima scuola Steiner-Waldorf
Un evento della Federazione delle scuole Steiner-Waldorf in Italia

Il Waldorf 100 è l’evento che celebrerà il centenario delle scuole Steiner-Waldorf nel mondo. L’edizione italiana si terrà a Reggio Emilia il 29-30-31 marzo 2019, presso il prestigioso Centro internazionale Loris Malaguzzi.
In questo articolo sentiamo dalla diretta voce di Diana Zottarel, creativa e grafica, come è nata l’immagine che accompagnerà l’evento.

La scelta dell’immagine

Per scegliere l’immagine ci siamo ispirati alla foglia in relazione all’essere umano.
Se la si osserva con particolare attenzione, potremmo associarla a molti temi. La verticalità e la forza della nervatura centrale (Federazione delle scuole) con le venature (Scuole) che si estendono fino all’estremità della foglia (Genitori).

La sua capacità di mutare fino a lasciarsi andare per dare nutrimento alla terra nella gratitudine delle stagioni. E l’uomo che con la sua scienza ha interpretato il mondo vegetale. La sequenza di Fibonacci, i numeri aurei: l’impronta di Dio nella natura.
Le foglie ed il gambo costituiscono la parte centrale del vegetale e sono responsabili dei processi di respirazione attraverso i quali la pianta scambia l’ossigeno con l’anidride carbonica, assorbendo il carboidrato con l’aiuto della clorofilla. Inoltre, i vasi fogliari trasportano le sostanze nutritive in tutto il vegetale.

E veniamo all’essere umano con il suo rapporto
tra forma e natura.
Il quadrato rappresenta la terra, la concretezza, la stabilità.

Quadrato = creato = manifestazione del divino
Foglia/Natura – misure auree/essere umano – quadrato/ Divino.

L’essere umano trova nel regno della natura la manifestazione del Divino.

Il cuore e i polmoni sono responsabili del processo respiratorio e circolatorio. Anche qui appare evidente il parallelismo con le foglie e il fusto della pianta, con la particolare singolarità che mentre quest’ultima assorbe anidride carbonica ed espelle ossigeno, l’essere umano si comporta al contrario. Inoltre è interessante osservare come i pigmenti della foglia e il sangue, la clorofilla e l’emoglobina, siano costruiti chimicamente in modo molto simile.”

Il percorso per giungere all’immagine

Leggi anche